martedì 8 novembre 2016

XVI Convegno dell’Osservatorio Fedeltà di Parma: la Disruption porta sempre altra Disruption.

Venerdì 21 ottobre si è svolta a Parma la sedicesima edizione del Convegno Osservatorio Fedeltà Università di Parma e Sint non poteva certo mancare!
Il Convegno si è articolato intorno ad un tema molto in voga quest’anno, ovvero la Disruption.

mercoledì 29 giugno 2016

Basta con le padelle!



Diciamoci la verità, di set di bicchieri, di asciugamani per gli ospiti e di padelle ne abbiamo tutti più che a sufficienza: non è quindi per niente strano che, secondo la ricerca “Consumer’s perception of digital rewards in loyalty programs: insights from a multi-country research” (realizzata a livello europeo da Target Research ed Università Bocconi per conto di ECRM Group), lo “sconto” sugli acquisti sia il premio più ambito per i partecipanti dei programmi fedeltà.

mercoledì 8 giugno 2016

Il negozio del futuro: piccolo vademecum di sopravvivenza.


Da tempo ormai i negozi devono confrontarsi con una realtà in continuo mutamento, composta da nuove tecnologie e da consumatori sempre più esigenti: la sopravvivenza dei punti vendita fisici deve passare necessariamente per un’evoluzione che riesca ad andare incontro alle esigenze dei clienti e renda al tempo stesso il punto vendita più performante.
Non è tanto importante di che tipo di negozio stiamo parlando, anche il più piccolo punto vendita deve sapersi evolvere: la parola chiave per la sopravvivenza è “distinguersi”. 

lunedì 29 giugno 2015

Italia e Mobile Payment: cambiare il paese partendo dalle borse


Avete presente quelle situazioni estremamente spiacevoli in cui a causa vostra si forma una lunga coda dal tabaccaio perché non trovate le monetine che vi servono per comprare il biglietto dell’autobus e che siete sicuri di avere da qualche parte, sparse in fondo alla borsa (e parliamo di borse con una capienza che farebbe invidia anche a Mary Poppins)?

E vi siete mai trovate nella condizione di dover uscire dal parrucchiere con in testa ancora l’asciugamano a turbante perché non avete messo abbastanza monete nel parchimetro e vi sta per scadere il parcheggio?
O ancora, avete mai discusso con un commerciante che non voleva farvi pagare col bancomat una transazione a suo dire troppo poco consistente a causa delle commissioni che paga alla banca e che non gli permettono dunque di guadagnarci nulla?

Sono le più banali delle innumerevoli situazioni che potrebbero essere gestite con maggiore semplicità, meno affanno e a volte anche meno imbarazzo, utilizzando una soluzione a portata di chiunque abbia uno smartphone: il mobile payment.