martedì 16 settembre 2008

Aerospazio nel futuro di Torino (e non solo).

Con molto piacere leggo che a Caselle Alenia Aeronautica ha inaugurato un nuovo Centro Prove a Terra – lo Sky Light Simulator - con un investimento considerevole di 29 milioni di euro che prelude ad un programma di nuovi investimenti.

Contemporaneamente è stato dato l’annuncio del consolidamento dell’intesa tra le Regioni Campania, Piemonte e Puglia per la costituzione di un polo aerospaziale italiano collegato alla presenza produttiva di Alenia nelle tre aree. Un’ottima iniziativa per fare sistema e operare in stretta sinergia per valorizzare in maniera unitaria e integrata la nostra competitività nel settore.

Collegato a questo tema abbiamo saputo dell’iniziativa di Promopoint della Camera di Commercio di Torino che ha promosso la presenza del distretto aerospaziale piemontese al Farnborough International Airshow di Londra ( l’evento mondiale dell’aerospace) con una performance particolarmente brillante: 2,2 miliardi di fatturato in costante crescita da tre anni ( + 25% rispetto al 2005), con 5 aziende leader di settore e circa 200 piccole e medie imprese attive nel comparto per oltre 10mila occupati.

Il mio commento vuole sottolineare che Torino e il Piemonte stanno realmente creando in alcune aree ( vedi turismo, cultura e aerospace) le premesse per uno sviluppo concreto, capace di attrarre interesse e risorse di altissimo livello. In questo sviluppo anche le istituzione ( e qui dico finalmente) possono giocare un ruolo proattivo e intelligente.

“Chapeau” quindi ad Alenia e a Promopoint, che iscriviamo di diritto tra gli attori più interessanti del marketing territoriale della nostra amata e sempre più vivace città.

Bianca Mutti

Nessun commento: