giovedì 30 luglio 2009

Il network termale italiano

I giapponesi attraverso i Keiretsu ne hanno fatto un punto di forza per la loro crescita e un fattore determinante della loro cultura e gli italiani ne hanno fatto un network, anzi "il" network!
Staimo parlando delle terme italiane, ancora più valorizzate oggi grazie alla sinergia che si crea dall’interazione dei membri di un network per sfruttare le potenzialità offerte dal nostro territorio.
Grazie alla partnership siglata da Federterme e Italia Turismo, l’agenzia nazionale controllata da Invitalia specializzata nell’asset management, è stato possibile porre le basi e dar seguito al progetto di marketing territoriale denominato “Dal termalismo al Wellness”, che ha l’obiettivo di creare una Rete di città termali, localizzate in alcune destinazioni turistiche target facilmente accessibili e dotate di risorse tali da attrarre una clientela di medio-alto livello nazionale e internazionale.



Italia Turismo sarà il promotore delle operazioni di sviluppo selezionate da un pool di investitori italiani ed esteri privati con un unico denominatore, ovvero rilanciare i centri termali in crisi, riqualificare le strutture e integrare i progetti nel processo di crescita del territorio e dell’occupazione. “Il progetto del network- sostiene Costanzo Jannotti Pecci, Presidente di Federterme / Confindustria – è un’opportunità importante per rendere più visibile e attrattiva, presso gli investitori italiani e stranieri, la straordinaria offerta termale italiana, diffusa su tutto il territorio nazionale che coinvolge 20 regioni e 170 comuni e le sue potenzialità ancora valorizzabili in maniera sostenibile”.

Italia, paese della buona cucina, di santi, poeti, navigatori e...delle cure termali per eccellenza!

Bianca Mutti

Nessun commento: