martedì 21 luglio 2009

Marketing Associativo: un caso internazionale.

Un’associazione è un’organizzazione complessa che, anche senza avere finalità di profitto, si confronta con un suo mercato fatto di potenziali associati, di partners, di associazioni concorrenti.
Fare marketing associativo vuol dire conoscere i propri soci, interpretarne le attese e costituire una rete efficace di servizi a loro beneficio.
Ai compiti istituzionali, infatti, molte associazioni affiancano una serie di servizi in grado di creare un rapporto ravvicinato con i soci.
Un esempio significativo, perché travalica i confini nazionali, è costituito da 50&Più Fenacom, che, accanto al lavoro costante di rappresentanza delle istanze degli over 50 in Italia, è entrata a far parte di Aarp Global Network, un network mondiale che ha come obiettivo la tutela della fascia della popolazione che si trova nella terza età.



Attualmente l’Agn raccoglie cinque associazioni di categoria: Aarp, DaneAge, Carp, Anbo e 50&Più Fenacom, ma allo stesso tempo collaborazioni e contatti di altre associazioni straniere sono in continuo sviluppo.
Con la crescita del benessere e dell’aspettativa di vita cambiano anche le esigenze della popolazione over 50, che si presenta oggi come una popolazione molto attiva, per niente sedentaria e con esigenze totalmente diverse dalle generazioni precedenti.
Per questo AGN ha lanciato un programma di reciprocità di benefici, per cui ogni Organizzazione mette a disposizione dei soci di tutte le Associazioni aderenti al network i propri accordi validi a livello nazionale.
Per 50&Più Fenacom, con cui abbiamo una collaborazione decennale, abbiamo realizzato il sito 50epiupeople.selecard.it, dove i soci delle organizzazioni aderenti ad AGN che sono in procinto di venire in Italia possono richiedere e scaricare gratuitamente la propria 50&Più card con cui farsi riconoscere presso gli esercizi convenzionati con il circuito Selecard ed accedere allo shopping online. La card sarà valida un anno dall’emissione e anche una volta tornati in patria i titolari potranno effettuare acquisti presso gli esercenti di e-commerce, selezionati tra coloro in grado di spedire all’estero.
Diventando oltretutto un modo ulteriore per far conoscere e apprezzare la qualità dei servizi made in Italy.

Bianca Mutti

Nessun commento: