venerdì 23 ottobre 2009

Due ruote e sicurezza: largo alla prudenza tra i giovani!

Le due ruote sono una passione, ma anche un rischio maggiore rispetto ai viaggi in auto: per i giovani, ancora inesperti e poco pratici dei mezzi, il rischio è ancora più grande.






Per questo è utile e ammirevole il progetto di educazione stradale che è iniziato da Ancona e andrà a toccare 10 regioni italiane, nelle principali città: frutto dell’accordo tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Federazione Motociclistica Italiana, coinvolge gli sponsor Garelli, Osbe, Acerbis, Honda, e si tratta di un progetto tagliato su misura per gli studenti delle scuole medie e superiori, che si apprestano a conseguire il patentino per la guida su due ruote.

Un’iniziativa che vuole insegnare e far capire ai giovani l’importanza della sicurezza stradale e della conoscenza del mezzo che si guida: per questo i corsi saranno suddivisi in una parte teorica e una di guida pratica.

Lo scopo? La FMI è fautrice dell’introduzione della prova di guida pratica anche per il conseguimento del patentino: questa iniziativa sarà utile per stabilire le modalità di un corso di guida utile per i ragazzi, dal momento che la prova di guida sarà obbligatoria entro pochi anni.

Unita alle dimostrazioni in caso di incidente, con le indicazioni comportamentali a riguardo, questo mini-corso itinerante sarà sicuramente utile per diffondere una cultura della sicurezza tra i giovani, prima ancora che si avvicinino all’età della patente di guida. Un modo per far prendere coscienza del valore della vita: un plauso.

Bianca Mutti

Nessun commento: