venerdì 30 ottobre 2009

Un network di solidarietà

La solidarietà oggi usa il linguaggio dei social network: come dire che la generosità e l’impegno nei confronti del prossimo stanno sempre al passo coi tempi.

È questo il caso di Save the Children, Ong al fianco dei bambini nel mondo: una nuova applicazione di Facebook, infatti, permette con un semplice gioco di far comprendere agli utenti quali potrebbero essere le soluzioni alla mortalità infantile nel mondo. Un click e si entra nel gioco, che promuove la campagna Every One: gli internauti diventeranno veri e propri operatori sanitari e dovranno superare problemi reali per riuscire ad aiutare i bambini.

Un gioco educativo, in grado di sensibilizzare, far comprendere la realtà di tutti i giorni e al termine del quale è poi possibile aderire alla campagna e sostenerla mandando un sms al numero 48544: in questo caso proprio tutti i mezzi a disposizione convergono verso le azioni di solidarietà.



"È la prima volta che per la community italiana di Facebook una Ong crea e diffonde un gioco dal forte contenuto sociale come Every One game. - ha commentato Filippo Ungaro, Responsabile Comunicazione di Save the Children Italia - Il nostro obiettivo è far sì che il messaggio della nuova campagna Every One per dire basta alla mortalità infantile raggiunga anche quell’ampia fetta di persone che frequenta internet e i social network".

Un target nel quale sicuramente rientrano anche molte persone attente ai temi della solidarietà e che quindi possono coinvolgere con pochi click molti utenti amici sul social network: basta cliccare sull’applicazione http://apps.facebook.com/everyonegame/.

La nuova campagna Every One di Save the Children può essere sostenuta fino al 1 novembre attraverso l’invio di un sms solidale al 48544: tra i paesi a cui giungerà il sostegno ci sono Etiopia, Mozambico e Malawi.

Clicchiamoci su!

Bianca Mutti

Nessun commento: