martedì 17 novembre 2009

Il Carnevale della Fisica.








Il Carnevale della Fisica approda nella home page della pagina dedicata all'Anno Internazionale dell'Astronomia: si tratta di una serie di iniziative per celebrare i 400 anni dal giorno in cui Galileo puntò per la prima volta il cannocchiale verso il cielo.
E' un’iniziativa ideata dalle redazioni dei blog Gravedad Cero (Spagna) e Gravità Zero (Italia), ispirata al modello dei Carnival of Mathematics e nata per promuovere la comprensione della scienza, rivolta al grande pubblico.

Il 30 di ogni mese decine di blogger e autori si riuniscono sulla rete segnalando articoli e post che abbiano come filo conduttore la fisica, raccogliendo in un blog ospite gli articoli che vengono segnalati e presentandoli brevemente. I temi possono riguardare tutte le discipline legate alla fisica (fisica teorica, meteorologia, nanotecnologie, biofisica, astrofisica, ecc.), ma anche letteratura e arte (storia, poesia, teatro, musica), recensioni di altri blog, libri, film che abbiano come tema centrale la fisica in ogni suo aspetto.

L’obiettivo è far conoscere siti e blog scientifici, sviluppare collaborazioni, far conoscere e apprezzare la fisica in tutti i suoi aspetti e soprattutto fare buona scienza. Per l’occasione è stato attivato un social network su cui tutti possono lasciare appunti, osservazioni, foto, video o che può essere utilizzato per postare i contributi anche da chi non possiede un blog personale: http://carnevaledellafisica.ning.com.

Il Carnevale della Fisica nasce ufficialmente il 30 del mese di novembre 2009. La data non è casuale. Quattrocento anni prima di tale data, infatti, Galileo Galilei sollevava il suo cannocchiale al cielo, osservando per la prima volta l’oggetto celeste più brillante del firmamento: la Luna.

L’Unione Astrofili Italiani - www.uai.it patrocina l’iniziativa che partirà contemporaneamente in Spagna sul blog www.gravedad-cero.org e in Italia sul blog www.gravita-zero.org e nei mesi successivi verrà ospitata su nuovi blog e siti web che man mano si affiancheranno.

Nessun commento: