giovedì 10 dicembre 2009

Sfide di marketing a colpi di bollicine.

Come ogni anno, con l’avvicinarsi delle feste natalizie iniziano anche le sfide commerciali per accaparrarsi l’attenzione dei consumatori e fette sempre maggiori di mercato: una sfida a colpi di promozioni, concorsi a premi e iniziative di vario genere.

Se poi a sfidarsi sono due grandi colossi del mercato come Pepsi e Coca Cola, allora sì che se ne vedranno delle belle: i due marchi, infatti, sono rivali storici nel cercare di primeggiare in termini di consolidamento del rapporto con il target.


Pare infatti che questa battaglia storica tra Pepsi e Coca Cola abbia portato all’accaparramento da parte di Pepsi del target dei giovani, mentre Coca Cola rimane saldamente ancora alle famiglie.

Non si tratta però di risultati fortuiti, bensì di obiettivi raggiunti grazie alle scelte di comunicazione, pricing e marketing, alcune consolidate nel tempo, altre continuamente e strategicamente rinnovate.

Pepsi, infatti, ha sempre preferito utilizzare strumenti di alta tecnologia o digitali per avvicinarsi ai teenagers, richiamando la loro attenzione mediante comunicazione su web e mobile, essendo presente nei luoghi pubblici frequentati dai ragazzi quali pub, discoteche ecc, ma anche intraprendendo iniziative di carattere estremamente “young”, come ad esempio in concomitanza di eventi musicali e tornei sportivi, o ancora associando il proprio marchio alla locandina di un film in uscita, dedicato a un target decisamente giovane.

Dall’altro lato, Coca Cola, competitor numero uno di Pepsi, per mantenere la propria fetta di mercato deve ovviamente rispondere per le rime, ma puntando su uno stile più tradizionale.

In contrapposizione con gli straordinari effetti speciali usati da Pepsi, Coca Cola continua ad affidarsi al buon vecchio Babbo Natale, icona del brand a partire dal 1931, che non può che continuare a difendere a spada tratta il marchio americano. Non che tradizione significhi necessariamente assenza totale di effetti speciali: Coca Cola, semplicemente, li connota con una maggiore discrezione e una componente più magica ed evocativa. Così, per esempio, se Pepsi utilizza mms o concorsi, Coca Cola brandizza un tram.

Sarà anche per questi motivi che gli affezionati a Coca Cola sono un po’ più adulti e sobri rispetto a coloro che adorano la Pepsi, ma senza nulla togliere alla voglia di brio che solo le bollicine sanno dare!

Bianca Mutti

Nessun commento: