lunedì 14 giugno 2010

2.0: che lusso!

Social network e lusso sono legati da un filo doppio... tanto che i principali luxury brand presenti su Facebook sono stati censiti e ne è nata una classifica, stilata da Innova et Bella, società di consulenza strategica.

I 100 marchi internazionali del lusso sono stati valutati sulla base di tre parametri: l'aggiornamento della comunicazione, il numero di iscritti alla pagina e il numero di attività di relazione con i fan. Chi ha ottenuto i risultati migliori? Calvin Klein, Dolce & Gabbana, Gucci. Come? Dalle analisi è evidente che tutti i brand posizionati ai primi posti di questa classifica, utilizzino Facebook esattamente come un minisito, però molto aperto ai fan iscritti, che hanno un'ampia possibilità di intervenire, lasciare commenti, dare il proprio contributo.



Le possibilità di personalizzazione sono quindi infinite e seguono le tendenze del marchio: dal porre in evidenza l'e-shop per la necessità di spingerne l'utilizzo, all'uso di foto di testimonial fin dall'approdo nella pagina, alle proposte regalo o i concorsi.

Facebook, ma non solo: i brand oggi sanno che la rete significa accessibilità, scambio di informazioni e relazione diretta con i fan, senza però dimenticare l'esclusività e la personalizzazione. Un'esclusività che è il segno distintivo del lusso, ma parla a tutti.

Ecco che, quindi, per dialogare con tutti, i social network sono la chiave di volta: da Facebook a Twitter, i più seguiti risultano essere Lacoste USA, Burberr, Calvin Klein, Christian Dior e Gucci. Che offrono dialogo, ma anche luxury experience, come VIP service e members-only: dalla community di Lexus, che offre in esclusiva ai propri iscritti il “Lexus Magazine”, alle borse personalizzabili online di Louis Vuitton... in rete, grazie alle nuove tecnologie, è possibile sia parlare con il brand, sia farne esperienza diretta, con servizi esclusivi o applicazioni particolari!

La soluzione, quindi, resta sempre la relazione diretta... Sint lo sa!

Bianca Mutti

Nessun commento: