mercoledì 21 luglio 2010

ebook, il sorpasso.

Ne parlano tutti ormai... e a ragion veduta: l'ebook non è il futuro, è il presente.

E' notizia di questi giorni, infatti, che nella libreria online Amazon la vendita di libri in digitale ha superato quella dei libri cartacei, con un rapporto di 180 titoli digitali contro 100 cartacei.



Torna quindi qui la storica questione dei rapporti tra mezzo e contenuto: quanto un mezzo influisce sulla scelta dei contenuti e quanto i contenuti possono essere adattati al mezzo senza che il significato venga in qualche modo sacrificato?

A giudicare dai risultati, il successo dell'ebook investe ogni settore dell'editoria, confermando anche il fatto che i lettori più appassionati sono anche i principali utenti del servizio. Oltre ad Amazon, infatti, negli Stati Uniti le librerie digitali offrono testi specializzati in differenti rami, con un giro d'affari che si aggira sui 148 milioni di dollari nei primi cinque mesi di quest'anno. I progetti relativi agli ebook, anche in Italia, investono non solo la narrativa e la saggistica, ma anche testi scolastici e pubblicazioni professionali... con una previsione di crescita ed estensione a 360°.

Il web è in questo caso lo strumento prediletto per dialogare con i lettori, in primis attraverso i social network: pagine Facebook utili a tenere aggiornati i lettori e profili Twitter per raccogliere opinioni e lanciare domande, il contatto è qui, nel bacino d'utenza più recettivo.

Le difficoltà sono sicuramente numerose, ma la strada è segnata e i risultati chiariranno presto se la questione dei rapporti tra mezzo e contenuto si risolveranno o evolveranno verso nuove strade.

Bianca Mutti

Nessun commento: