mercoledì 4 aprile 2012

Foursquare e il marketing relazionale

È notizia di questi giorni: negli ultimi sei mesi le aziende che hanno aperto una pagina su Foursquare sono aumentate del 302%. Un gran bel salto, vero?
Cosa c’è alla base di questo successo?
Foursquare è un social network che accumula tre grandi tendenze del momento: socializzazione, localizzazione  e mobilità.
Socializzazione: non solo nel profilo Foursquare, ma collegando anche i profili sugli altri social network è possibile condividere con gli amici spostamenti ed esperienze.
Localizzazione: è il perno. Facendo check- in si testimonia l’essere presente nel luogo citato (un hotel, un negozio, un aeroporto).
Mobilità: naturalmente la geolocalizzazione non può che avvenire in mobilità attraverso i cellulari.


Quali sono le aziende presenti?
Grandi catene ma anche, tante, piccole realtà. Il bello di Foursquare, infatti, è che aprire e una brand page è un’azione semplice da fare e anche i più piccoli possono trarre vantaggio dall’esserci.
E le azioni di marketing che si possono fare sono numerose.
Coin, prima catena in Italia presente su Foursquare dal 2010, ha regalato, ai clienti che diventavano major (quelli con più check-in) la Coin card. Galbusera dà regole di buona educazione ad ogni check-in, Doimo City Line permette di vedere i prodotti geolocalizzati nei propri punti vendita e Panino Giusto incentiva la creazione del proprio panino ideale con la possibilità che venga poi prodotto e commercializzato.
Ma è dall’estero, dove il social network è più radicato, che arrivano le case histories più innovative legale al marketing relazionale.
Tasti D-lite, una catena di gelaterie americana, ha lanciato un programma a premi che, all’acquisto del prodotto, unisce l’attività sui vari social network. La card rilasciata, infatti, se collegata ai profili dell’utente presenti su Foursquare, Twitter e Facebook, ad ogni strisciata (indispensabile per raccogliere i punti), pubblica automaticamente un messaggio sui vari account. Il cliente accumula punti più velocemente e Tasti D-lite visibilità.


Walgreens, una grossa catena di drustore, si è spinta oltre. È la prima azienda (grazie alla partnership con Foursquare) in grado di rilasciare un mobile coupon istantaneo direttamente sul cellulare. Basta fare check-in e se c’è una promozione in atto, immediatamente appare un coupon sul display redimibile direttamente alle casse. Non serve stamparlo, non serve rispondere, non serve fare nient’altro che presentarlo alle casse.
Io credo che anche in Italia i tempi siano pronti per iniziative di questo tipo. Se, soprattutto all’inizio, Foursquare aveva per gli utenti una forte componente ludica (faccio check-in così colleziono badge e scalo le classifiche), oggi sono le aziende che si stanno muovendo per attirare e coccolare gli utenti ricompensandoli.
Molte premiamo già gli utenti che si sono distinti per la fedeltà. E chissà che tra poco non assisteremo ad un programma di loyalty vero e proprio…


Nessun commento: