venerdì 18 maggio 2012

Immobiliari social: oggi il coinquilino ideale lo trovi su Facebook.

Dici social e pensi relazione: svago, chiacchiera, condivisione. Facebook è nato per metterci in contatto "con le persone della nostra vita": ritrovare i compagni di scuola, i vecchi colleghi persi di vista, gli amici delle vacanze o i fidanzatini estivi. Ma poi la piattaforma si è aperta ad altre potenzialità - soprattutto di business - connesse all'interazione sul web: negli ultimi anni anche le aziende hanno cavalcato il virtuale, il passaparola è diventato megafono, Facebook si è fatto salotto privato, spazio giochi, nuova piazza per gli affari.

Oggi sui social puoi farci tutto: chattare, giocare, vendere. E puoi anche cercarti il coinquilino perfetto, proprio sfruttando la viralità e l'ampia risonanza offerte dal canale. Ci ha pensato idealista.it, il portale di annunci immobiliari gratuiti per privati, che ha appena lanciato Roommis, un'app facebook al servizio di chi cerca casa ed eventuali compagni con cui coabitare.


Pubblicare un annuncio richiede pochi step: una volta effettuato l'accesso con i dati del proprio profilo Facebook, basterà descrivere l'appartamento, i posti disponibili, il regolamento della casa e i requisiti del futuro inquilino. Chi è alla ricerca di una stanza potrà effettuare la ricerca tramite l'app, col vantaggio di valutare per prime quelle offerte dai propri amici o della cerchia allargata. I selezionatori a loro volta potranno effettuare la scelta visionando preventivamente i profili dei candidati.

Per evitare situazioni imbarazzanti, Roommis consente di limitare la ricerca di affittuari a diversi gradi di vicinanza rispetto alla propria rete di amicizie su Facebook (qui trovate il video di come funziona). Uno strumento intelligente e comodo per aiutarci nella ricerca di una sistemazione adeguata, mettendoci al riparo da convivenze infelici e accidentate... O no?

Siamo davvero convinti che la "social-conoscenza" possa esser garanzia sufficiente di un pacifico coinquilinato? Come non pensare ai rischi connessi ai furti di identità (o a quelle fittizie) consentiti proprio dall'ambiente virtuale - una Rete dalle maglia larghe e fitto di angoli bui -, che darebbero ragione al vecchio proverbio del "fidarsi è bene, ...".

In ogni caso, non si tratta certo del primo esempio di approdo dell'immobiliare sui social network: da una ricerca condotta alcuni mesi fa da Immobiliare.it emerge, infatti che quasi un milione di italiani li utilizza per cercare casa, e di questi, il 21% affida i primi passi a Facebook.


C'è però chi ha fatto un passo ulteriore, creando community per collegare case prima ancora che persone. E' il caso di LinkMyHome, un portale in cui registrare la propria abitazione, per poi aprire le porte ad amici (per uno scambio estivo, ad esempio) o avviare vere e proprie trattative di affitto o vendita senza intermediari. Un'occasione anche per viaggiare, per scoprire forme alternative di vacanza, soggiornare in abitazioni lussuose.

Casa ideale, coinquilino ideale… persino il fidanzato? La tecnologia ci semplifica la vita, ci fa divertire, ci connette col mondo, ma non sostituisce certo i rapporti vis-à-vis.

Ci offre socialità in pillole: da usare con moderazione.

Nessun commento: