mercoledì 13 giugno 2012

Un contest “sanguinario”: video e guerrilla per la Giornata del Donatore.

La data di domani si tingerà di rosso sui calendari dei 5 continenti: il 14 giugno ricorre infatti la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, con il motto lanciato dagli enti della Sanità che fa di ogni donatore un eroe (“Every blood donor is a hero”).
A un collega con il mal di testa non offrireste un analgesico? E allora perché non il vostro sangue. Una trasfusione può salvare una vita: un gesto semplice e importante, ma del quale non sia ha ancora piena consapevolezza.

Il compito di sensibilizzare la comunità sulla necessità di maggior quantità di sangue per il sistema sanitario è stato affidato ai giovani: il Centro Nazionale Sangue e Pubblicità Progresso hanno promosso un concorso dedicato a ragazzi smart (web-oriented) di età compresa tra i 18 e i 28 anni, con l'obiettivo di comunicare il messaggio attraverso video e attività non convenzionali.
 
Le regole: non più di 5 minuti di durata tra corti, comics, games, rap, brani musicale, azioni di guerrilla marketing o ambient marketing. Massima libertà creativa, insomma, ma con un comune fil rouge: "Share Care. Condividere la cura" e diffondere la consapevolezza che il sangue donato può diventare farmaco salvavita, per se stessi e per gli altri.

Gli elaborati e le azioni filmate sono stati valutati da una giuria di esperi in comunicazione e divulgazione medica: quelli selezionati hanno popolato il canale dedicato di Youtube, con possibilità di voto del pubblico online fino al 10/06. E' stata proprio la community social a designare i tre vincitori assegnando loro il maggior numero di "Like" e i premi in palio: un iPad, un iPhone 4 o un iPod a seconda del piazzamento.

Non solo video, ma anche games e azioni di guerrilla marketing: alcuni studenti di Padova, ad esempio, hanno scelto di provocare attraverso un'iniziativa un po' forte, ma giustificata dalla nobile causa. Non si può dire che non abbia funzionato, share compreso…



Anche il Trio Medusa lancia l'appello dalle frequenze di radio Deejay con il "One Nation, One Donation" Day: sul sito è possibile prenotare città e orario della donazione, gadget in omaggio a tutti gli aderenti.

Non fa paura come sembra: e allora domani mattina rimandate caffè e cornetto, cercate il centro o l'autoemoteca più vicina e... share your blood!

Nessun commento: