venerdì 24 maggio 2013

I Giorni Smart di Torino: fra coworking, social eating e serre volanti.


Finalmente è nata e noi siamo andati a curiosare: ieri sera Talent Garden Torino ha aperto le porte al popolo variegato dei comunicatori, fotografi, designer, informatici, freelance in genere o semplici curiosi, portando a quota 6 le attuali sedi italiane di questo innovativo modello di coworking.

Come anticipavo in questo precedente post, si tratta di un network che aggrega eccellenze creative in un ambiente altamente stimolante, favorendo la contaminazione reciproca e l'innovazione tecnologica in città. E finalmente questo seme ha germogliato anche sotto la Mole (a pochi passi da Piazza Statuto, ad esser precisi) ad opera di tre giovani founder: Fabio Sferruzzi, giovane imprenditore digitale torinese, a capo di un'agenzia di comunicazione, insieme a Matteo Gallo, laureato in Economia e appassionato di media e al nostro caro Luigi Longo, specializzato in web, social media e e-commerce.


Insieme a lui abbiamo passeggiato in questo giardino creativo, fra poltrone di design, oggetti vintage cari ai nostalgici nerd e arredi ecocompatibili in cartone: lo spazio offre 60 postazioni, connessione Wi-fi, sale riunioni e aree relax. Ma il vero valore aggiunto sono i tanti giovani startupper che sono certa sapranno far germogliare nuove idee sfidando la crisi a colpi di creatività. Se anche voi volete far parte di questo grande progetto, fatevi avanti: il TAG è aperto 24 ore su 24 e potrete trovare ancora qualche postazione disponibile.

TAG cavalca l'onda di modello di sviluppo adottato in tutto il mondo e che finalmente si fa largo anche nel nostro Paese, basato sull’innovazione e sulla diffusione di reti e nuove tecnologie. A Torino si è appena concluso il Digital Festival e già si apre una nuova kermesse: da domani 24 maggio fino al 9 giugno gli Smart City Days porteranno in piazza le buone pratiche del vivere sostenibile, a cominciare dallo Slow Food Day, sabato 25 al Parco del Valentino, una giornata di incontri, interviste, pranzi e concerti contro lo spreco alimentare. Si replicherà il 2 giugno con Eating City – La città che mangia, per un pranzo collettivo gratuito in Piazza Vittorio offerto a 5000 cittadini, che sarà preparato con cibo di recupero dalle eccedenze della grande distribuzioni.

E poi domenica 26 maggio torna il Bike Pride, 4a edizione della parata festosa in bicicletta, che lo scorso anno ha visto sfilare 15.000 cittadini su due ruote a sostegno dell’ambiente e della mobilità intelligente. In arrivo in città decine di altri appuntamenti "green", dal Cinemambiente alla rassegna Green Up, quando porzioni di prato colonizzeranno anche l'asfalto in strada: li trovate tutti sul sito di Torino Smart City.

In una città così smart e green non poteva mancare una serra volante. Si chiama Aéroflorale II, un veliero carico di piante dotato di ali e motori a elica e sormontato da cinque palloni aerostatici. Per viaggiare non usa una goccia di carburante, ma l’energia prodotta dalle sue piante. L'Expedition Vegetale è approdata lo scorso weekend in Piazza Castello, dopo una traversata transalpina partita da Nantes, Capitale Europea del Verde 2013, che ha toccato Bruxelles e raggiungerà Amburgo, prima di far ritorno a Nantes per dar conto di tutte le esperienze raccolte nel suo viaggio divulgativo-esplorativo.

Torino Smart è una città giovane, tecnologica e tinta di verde.






Nessun commento: